Seleziona una pagina

Il 26-27 lugliotutto passa, tutto resta“, lo spettacolo di Gabriella Salvaterra arriva a Gombola (MO) per Trasparenze Festival.
Un percorso per due spettatori alla volta nel bosco, a partire dalle ore 17.00. Prenotazione obbligatoria.

TUTTO PASSA, TUTTO RESTA

26-27 Luglio alle ore 17:00

Di Gabriella Salvaterra – SST Sense Specific Theatre.
Consulenza drammaturgica Miguel Jofrè Sarmiento.
Direzione tecnica Davide Sorlini.
Organizzazione Claudio Ponzana.
Con Arianna Bartolucci, Claudio Ponzana, Gabriella Salvaterra, Davide Sorlini, Angela Sparviero, Laura Torelli, Monica Varroni, Annalisa Zoffoli. Coproduzione Artisti Drama.

Hai visto quando un cane alza il muso verso l’alto, dilata le narici, cercando quello che noi non possiamo nè vedere nè sentire? Cosa trova nell’aria? Bambini che giocano in un parco, una pentola in una cucina, voci, silenzi, qualcosa di antico che arriva da lontano. Lui sente e sa che tutto è mescolato con tutto, unito in una forma unica con legami per noi invisibili, o che forse semplicemente non abbiamo tempo e capacità di vedere.
Non siamo uno, isolato e differente, ma un solo organismo che palpita in una sinfonia sempre presente da prima del nostro arrivo, e che continuerà dopo la nostra partenza.
Perché tutto passa e tutto resta.

“Ho provato a creare un piccolo viaggio intimo in cui cercare i legami invisibili, in cui alzare lo sguardo e dare spazio all’ascolto, per vedere se riesco, se riusciamo a sentire che siamo una parte di qualcosa di molto più grande. Immaginare un’esperienza sensoriale poetica ed immersiva nell'ambiente naturale è un meraviglioso viaggio artistico. La Natura è sempre già presente, perfetta ed incredibile nella sua imperfezione, ed è sempre più forte, più sorprendente del mio lavoro. Con la Natura si può solo giocare, la si può solo ascoltare per cercare di capire come e dove ci consente di posizionarci, quello che ci permette di fare, come diventare suoi complici nel processo creativo artistico.”

Si consigliano scarpe e abbigliamento comodi per camminare in natura.

Gabriella Salvaterra

Artista italiana, ella dopo diverse esperienze iniziali nell’ambito del teatro e della danza, nel 1999 entra nella compagnia internazionale Teatro de los Sentidos, con cui ha lavorato stabilmente fino al 2020 in Europa, America Latina, Stati Uniti, Asia ed Australia. Nel 2011 firma la regia, insieme ad Enrique Vargas, direttore di Teatro de los Sentidos, dello spettacolo “Cuando el rio suena” prodotto dal Festival Santiago a Mil, in Cile. Dal 2012 al 2021 è insegnante nel postgrado universitario “Linguaggio sensoriale e poetica del gioco”dell’Università di Girona, in Spagna. Inizia a produrre i suoi progetti personali in Cile nel 2013.
Dal 2014 apre una collaborazione residenziale con l’Ecovillaggio di Granara e con il Festival di Granara, che ha portato alla creazione di diverse esperienze sensoriali immersive nella natura. La sua prima regia è “dopo” (2015), coproduzione Vie Scena Contemporanea Festival, a cui seguono
“un attimo prima”(2017), coproduzione Da vicino nessuno è normale Festival,
“sollievo”(2019) coproduzione Le Channel – Scene Nationale Calais
“succede”(2021), coproduzione Artisti Drama, ispirato al tema della violenza contro le donne
“tutto passa, tutto resta” (2021), coproduzione Artisti Drama, percorso sensoriale nella natura
“nodo in gola”(2023) coproduzione Artisti Drama
“la ultima vez” (2024) coproduzione Artisti Drama

Parallelamente alla sua attività artistica a partire dal 2016 ha iniziato a formarsi nella tecnica Gestalt seguendo tutto il percorso SAT della scuola di Claudio Naranjo; si è poi specializzata in ambito teatrale seguendo il corso di formazione “Le vie del teatro" con la guida di Juan Carlos Coraza e Alain Vigneau. Attrice, regista, formatrice, artigiana e scenografa, da sempre interessata ai punti di contatto tra installazione, spazio immaginario ed esperienza teatrale immersiva, continua a sviluppare due percorsi artistici paralleli; il suo lavoro all’interno di teatri e spazi non convenzionali e l’esperienza immersiva intima all’aperto, in ambiente naturale.
Vive e produce i suoi spettacoli tra il Cile, Barcellona e l’Italia.

Progetto tutto | gabriellasalvaterra