Seleziona una pagina

11 e 12 maggio
Centro storico e Area Festival
Barbecho Urbano
Della compagnia Natxo Montero_danza

Barbechar (de barbecho); Maggese [mag-gé-se] s.m.
1. Pratica agricola in base alla quale un terreno o un campo viene lasciato per qualche tempo a riposo senza essere seminato, affinché torni fertile: tenere i campi a m.
2. estens. Terreno che viene trattato in tale modo.

Il maggese permette di lasciarci alle spalle affanni e doveri… Ci regala piacere semplicemente grazie alla sua presenza, mentre aspettiamo che qualcosa accada o non accada. Maggese significa riposo, necessità di cambiare, la boccata d’aria che, attraverso il rinnovamento, ci aiuta a fronteggiare le nostre battaglie quotidiane.
Il tempo libero è un gioco, e giocare significa far riposare la propria anima.

www.natxomonterodanza.com

Orari spettacoli

Centro storico (luogo da definirsi)
Venerdì 11 maggio ore 15.00

Area Festival
Sabato 12 maggio ore 19.30

Bio

Natxo Montero Matìa (Bilbao, 1972)
Si è formato come elettricista, ma è entrato nel mondo del ballo abbastanza giovane, iniziando come ballerino di folk Basco e interessandosi successivamente alla danza e alle performance contemporanee. Ha studiato a Bruxelles, Lisbona, Barcellona e Francia. Come performer, ha lavorato con parecchie compagnie: Organik, Steak Tartar, Pisando Ovos, Sofie Saller, Félix Ruckert Company, Cia Francoise Murcia, Cie Rialto Fabrik Nomade, Centro Coreográfico Galego, Colectivo RUeMANIAK and Cia Licenciada Sotelo
Nel 2008 ha creato la propria compagnia, “Natxo Montero_danza”, e ha dato vita a due pieces, CUADRA-T e Carni di prima qualità, che hanno riscosso un grande successo internazionale e si sono aggiudicati parecchi premi. La compagnia sta attualmente promuovendo un nuovo piece, “BARBECHO”, messo in scena per la prima volta nel giugno 2014 a LA FUNDACION, Bilbao.

Laia Cabrera Vincens (Barcellona, 1981)
Ricercatrice ambientale e attrice. Ha iniziato la sua formazione teatrale all’Istituto di Teatro di Barcellona e successivamente ha conseguito una laurea in Linguaggi sensoriali e Poesia del Gioco presso l’Università di Girona. Ha messo a punto i suoi studi teatrali con la formazione nel campo della danza, teatro con gli oggetti, tecniche di manipolazione e creazione di marionette.
Ha lavorato in diverse compagnie come performer, in particolare presso il Teatro de los Sentidos, Teatre Liliure e La Perla, tra gli altri.
Dopo anni passati a lavorare come attrice e performer, ha deciso di concentrare la sua carriera sull’indagine degli spazi non-urbani, collegati specialmente con la relazione tra abitante-spazio/memoria-spazio.
Attualmente lavora con Natxo Montero_danza.