Secret Sound Stories della compagnia V XX ZWEETZ sarà stabile nell’area festival dalle 19 alle 22 di sabato 7 e di domenica 8 maggio.

Regia e concetto: Alan Alpenfelt
Attori: Anahì Traversi, Max Zampetti, Eleni Mara, Gabriele Ciavarra, Ulisse Romanò

“Un momento sonoro splendido. La narrazione prende il tuo tempo e lo dilata, abbatte le quinte della fotografia mostrandoti un mondo intero. Hai lo spazio per ammirarne i dettagli e proiettarti in un altro mondo. Mentre tutti gli altri fanno il loro bla bla e tu neppure ti ricordi di essere a un vernissage.” – uno spettatore

All’interno di uno spazio espositivo viene creata una narrazione personale per ogni visitatore: la compagnia scrive ad hoc delle storie che vengono recitate dal vivo in cuffia wifi raccontate da attori nascosti. I racconti sono ispirati dalle immagini esposte (agli oggetti d’arte, fotografie, installazioni ma anche luoghi d’architettura, luoghi comuni o caratteristici…) e istruiscono l’ascoltatore su come muoversi nello spazio e il percorso tra gli oggetti in questione da seguire. Si crea così una personale mappa visiva e sonora tra altri visitatori ignari di un intimo parallelo mondo segreto.

V XX ZWEETZ è una compagnia di produzioni creative internazionale fondata nel 2013. Si esprime attraverso teatro, suono, radiofonia, fotografia e documentari.
La compagnia lavora in più lingue e ha sede a Chiasso, Svizzera.
Il suo obiettivo è aumentare la consapevolezza e la sensibilità su problematiche sociali, storiche ed esistenziali.
Nel 2016 la sua produzione Words and Music di Samuel Beckett è stato selezionato al Rencontre du théâtre suisse a Ginevra come uno dei sette migliori spettacoli svizzeri del 2015.

Secret sound stories è uno dei progetti selezionati dalla Konsulta tra i lavori presentati tramite Bando 2016